Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Slideshare’

Un’altra bellissima presentazione che vale la pena di guardare e scaricare. Come al solito le forme sono più interessanti dei contenuti. Credo sia particolarmetne riuscita la trasformazione delle tabelle numeriche. FAtemi sapere

Read Full Post »

In questo periodo non ho il tempo neanche per respirare (lo avrete capito), ma questa bellissima presentazione ve la voglio proprio segnalare. Ci risentiamo in tempi migliori :-)

<

Read Full Post »

Per chi se le fosse perse segnalo altre tre presentazioni davvero super, tra cui una dello stesso autore della famosissima “Death by powerpoint“, Alekei Kapterev, che racconta (con le slide) come quella presentazione gli abbia cambiato la vita, almeno un po’.

View more presentations from @JESSEDEE

Read Full Post »

Una bellissima presentazione sula valore dello spazio bianco nelle presentazioni e più in generale nel design. Bellissima.

Read Full Post »

Vi segnalo, casomai ve la foste persa, una della tre presentazioni vincenti al Worl’d best presentation contest 2010 organizzato da Slideshare. La segnalo, oltre che per la sua indubbia qualità, per il fatto che si occupa proprio di presentazioni. In questo caso non contato tanto i 5 errori tipici che segnala (troppe informazioni, assenza di immagini, qualità orribile, confusione totale, mancanza di preparazione), quanto la grande efficacia espositiva e l’ottimo concept che riesce ad esprimere.

In particolare mi piacciono molto:

  • le freccine punteggiate che segnalano dei punti particolari sulle slide (ad esempio alla slide 13);
  • l’ottima capacità di “spegnere” il colore in alcune parti della slide per dare risalto al resto (ad esempio alla slide 14 o 27);
  • La coerenza interna del repertorio fotografico;
  • L’ottima pertinenza delle immagini rispetto al testo;
  • I colori degli sfondi.

Insomma, una presentazione tutta da studiare. Buon lavoro.

Read Full Post »

Cari lettori, mi scuso per la lunga pausa, legata alla stesura del mio ultimo libro e riprendo le pubblicazioni su questo blog (come dico sempre, questo blog rappresenta il “lato oscuro” della mia attività… :-).

Oggi voglio segnalarvi la presentazione di Alberto, uno studente che, seguendo i consigli di questo blog, ha rivisto autonomamente una sua presentazione e ha pubblicato il risultato su Slideshare.

Il risultato, al di là di alcuni aspetti certamente migliorabili, è davvero interessante e dimostra che tutte le volte che riusciamo a trasformare le buone pratiche in regole, queste diventano trasmissibili e applicabili. Da chiunque.

Credo che questo passaggio dalle pratiche alle regole, questa scomposizione di un’attività in sottoattività ciascuna con un proprio canone, sia il vero spartiacque tra l’attività del singolo e la sua trasmissione ad altri, tra la pratica concreta e la sua divulgazione. Riusciamo ad insegnare solo dopo che abbiamo praticato, riflettuto, assimilato, generalizzato, trasformato le astrazioni in linee guida. Finché non compiamo questa operazione restiamo nel campo della pratica, non del suo insegnamento.

Questo naturalmente per quanto riguarda la didattica “tradizionale”: il garzone di bottega rinascimentale, così come il partecipante a una comunità di pratica utilizza invece la partecipazione periferica legittima, ma è ovvio che non sempre questo è possibile nel mondo digitale delle relazioni a distanza.

Questo ragionamento sui canoni e la loro trasmissione chiama in causa anche un dibattito antico, ovvero il rapporto tra stile e regole, tra originalità e manierismo. Ma credo che la questione si ponga oltre un certo livello della pratica:  i fondamentali sono uguali per tutti e una slide leggibile è solo il primo passo per più audaci realizzazioni.

Bravo Alberto.

Read Full Post »

Oggi vi segnalo una bella presentazione di Silvia dedicata ai principi della Gestalt e al benessere visivo. Qualcosa che tocca, in certi casi anche profondamente, il tema delle presentazioni. Gli esempi sono ottimi.

Ovviamente il riferimento resta il libro del mitico Gaetano Kanitza “Grammatica del vedere“, che vi consiglio caldamente di leggere prima o poi, anche come omaggio a un grande studioso italiano.

Read Full Post »

Older Posts »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 85 follower