Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for aprile 2011

su Note & point hanno un approccio laico ed equidistante: Powerpoint o Keynote non fa differenza, purché le presentazioni siano di alto livello.  E molte lo sono. Un sito tutto da vedere (e da scaricare).

 

Read Full Post »

A tutto font, su DaFont

Non sono un manico dei font, e specialmente nelle presentazioni didattiche o di business tendo a restare su font classici, senza grazie e universali come l’Arial o il Verdana.

Tuttavia a volte serve qualcosa di diverso, magari un font con qualche caratteristica più marcata per presentazioni a forte impatto visivo. Dove trovarli? Uno dei posti più ricchi e curiosi l’ho scoperto da poco. Si chiama Dafont e se siete alla ricerca di un font particolare non resterete delusi.

Guardate ad esempio la pagina dedicata ai font senza grazie (solo in questa sezione ce ne sono 370)

Esempi di font su Dafont

Tutti scaricabili, tutti gratuiti.

Read Full Post »

Su PowerpointTips blog trovate altri esempi di valide alternative ai punti elenco classici. E’ sorprendente quante varianti si possono ottenere muovendosi dalla semplice idea lineare del testo.

Come potete vedere molti di questi esempi riescono a conservare la gerarchia interna tra i testi, ma usano lo spazio in entrambe le direzioni.

Read Full Post »

Rifacciamoci la bocca dalla presentazione precedente con un po’ di ottimi esempi: Mike Vardy ha pubblicato un elenco di 28 presentazioni di alto livello, da cui prendere ispirazione.

Sono tutte presenti su slideshare e sono tutte davvero notevoli. Da studiare.


 

 

Read Full Post »

La presentazione che segue testimonia una sconfitta, e precisamente una sconfitta del sapere pratico sul sapere teorico, posto che questa distinzione sia praticabile (lo so, a prima vista è una distinzione facile, ma solo a prima vista. Se ci fermiamo un momento a riflettere su che cosa designamo con questi concetti ci accorgiamo che le cose non sono così semplici).

In ogni caso, come potete vedere tratta di presentazioni, leggendola si capisce che ha preso a piene mani dal mio libro (senza citarmi, va beh lasciamo perdere, credo che gli autori siano solo dei ragazzi) e che le persone hanno studiato bene i concetti ma…la presentazione è racapricciante.

Ora mi chiedo (e vi chiedo): quanta distanza c’è tra la perfetta conoscenza teorica e la  – pessima – realizzazione pratica? Siamo sicuri che  scrivere, tenere lezioni, pubblicare articoli sulle presentazioni efficaci sia sufficiente? Guardando questa roba credo proprio di no.

Read Full Post »

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 86 follower